In offerta!

La Nave

La Nave, tragedia in versi scritta da d’Annunzio a più riprese tra il 1904 e il 1908, si presenta come un densissimo repertorio degli elementi più tipici e vistosi dell’arte dannunziana: l’antichità barbarica e sensuale (la vicenda è quella della fondazione di venezia nel VI secolo d.C.) con implicazioni nazionalistiche ed espansionistiche, la violenza del potere e della lussuria, il rancore fratricida e la femminilità bramosa e nemica, la morale superumana e il sacrilegio. La trama quasi inestricabile di riferimenti a testi di argomenti e generi diversissimi, di citazioni e calchi, di travestimenti e riprese viene qui per la prima volta illuminata da un vasto apparato di note esplicative e genetiche che permettono di seguire il peculiare metodo dannunziano di composizione testuale.

2013, pp. 360

18,00 15,30

COD: ISBN: 978-88-6405-398-1 Categoria: Tag:

Dettagli del libro

Dimensioni 17 × 24 cm

Autore

D'Annunzio Gabriele

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Nave”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − due =